'La piemontese, amica della rondine'

Descrizione: 
Il progetto prevede la scoperta e l’approfondimento del bovino di razza piemontese e la migrazione delle rondini attraverso una ricerca scientifica. Dopo un accurata formazione degli insegnanti, gli allievi verranno coinvolti nel progetto andando a scoprire direttamente chi si occupa del miglioramento dell bovino piemontese, gli allevamenti presenti sul territorio ed effettueranno un conteggio dele rondini direttamente al nido. Successivamente le confronteranno con gli studi già efettuati e con quelli in corso (springalive). --- scuola media di carrù, sede dell'anaborapi, allevamenti di bovino piemontese vicini alle scuole interessate, fiera del bue grasso di carrù.
Motivazione: 
Il progetto nasce da: la fiera del bue grasso di carrù, l'anaborapi ha la sede nel territorio comunale, la lipu ha in atto un censimento delle rondini ed ha già collaborato con l'anaborapi e lo stesso istituto. I problemi a cui si vuol rispondere sono: affrontare temi di attualità ambientale (difficile legame tra uomo e ambiente, conflitto tra i bisogni dell’uomo e l’eccessivo sfruttamento delle risorse terrestri) valorizzare il ruolo educativo degli insegnati attraverso una corretta formazione, al fine di fornire gli strumenti necessari per affrontare le tematiche legate alla agricoltura sostenibile e discutere con gli studenti l’importanza delle loro scelte alimentari e del loro ruolo nella conservazione ambientale- supplire alla poca conoscenza, e quindi valorizzazione e difesa, delle realtà agricole locali e dei prodotti amici dell’ambiente della propria provincia, rendendo consapevoli gli studenti delle conseguenze delle azioni umane sugli animali e sul territorio in cui vivono.
Risultati attesi: 
Gli obiettivi sono:osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà naturale e riconoscere nelle sue varie forme i concetti di sistema e di complessità- conoscere la biologia delle rondini e la sua migrazione-far scoprire la rondine come indicatore ecologico-conoscere la biologia del bovino e le tecniche di allevamento. I principali risultati attesi sono: più del 70% degli insegnanti avrà aumentato le proprie conoscenze sulle problematiche ambientali in particolare all’allevamento del bovino-il 70% degli insegnanti diffonderà tra gli studenti il legame tra scelte agricole, trasformazione del proprio territorio e conservazione della biodiversità-il 70% degli studenti sarà in grado di leggere le trasformazioni avvenute nel proprio territorio legate ai cambiamenti nell’allevamento e nelle migrazioni- il 70% degli studenti saprà riconoscere il bovino di razza piemontese e descrivere i tratti principali della razza- elementi di innovazione - il progetto ricalca il metodo scientifico quindi i ragazzi imparano ad osservare e a formulare ipotesi e verificarle. pertanto gli allievi attraverso una attività pratica impareranno una metodologia che servirà loro negli studi successivi ed in generale nella loro vita. Inoltre, entrando in contatto con le associazioni professionali (anaborapi) e di volontariato (lipu) presenti sul territorio potranno scoprire nuovi sbocchi professionali e di volontariato. infine avranno accesso a tecnologie dell'informazione e della comunicazione (tic) che permetteranno loro di incontrare nuovi compagni, confrontarsi con loro e non da ultimo partecipare ad una ricerca importante a livello europeo.
Numero pratica: 
2010-1275
Denominazione Sociale: 
ISTITUTO COMPRENSIVO ODERDA - PEROTTI
Anno del bando: 
2010
Località: 
Carru'
Importo totale: 
€ 19.989,00
Importo deliberato: 
€ 12.989,00
Tipologia: 
Progetti Formativi
Ambito discilplinare: 
AMBIENTALE
TERRITORIALE
AGRARIO
AMBIENTALE
TERRITORIO
Data inizio: 
Mercoledì, 1 Settembre, 2010
Data Fine: 
Venerdì, 31 Agosto, 2012
Stato: 
Chiuso