"Otto verticale cinque orizzontale"

Descrizione: 
Le attività previste riguardano le seguenti linee di sviluppo: - la conoscenza delle nuove indicazioni nazionali per il curricolo - il potenziamento dell’uso delle attrezzature informatiche per l’ammodernamento delle tecniche didattiche. il piano di formazione degli insegnanti prevede: - incontro di formazione ,per tutti i docenti, sulle nuove indicazioni e sul curricolo per competenze - gruppi di lavoro per ambiti disciplinari per la progettazione e la realizzazione del curricolo verticale - seminario sulle abilità trasversali imparare ad imparare e competenza digitale - autoformazione e gruppo di supporto alla realizzazione dei materiali didattici - gruppo per la supervisione dei modelli di registrazione elettronica in funzione delle scelte didattiche operate - seminari specifici per ambito disciplinare per tradurre le indicazioni nazionali in progettazione curricolare - sperimentazione nelle classi di raccordo tra gli ordini di scuola primaria e --- aule dell'università degli studi di torino (sede decentrata di savigliano) sedi degli istituti della rete
Motivazione: 
Nella scuola del primo ciclo due sono le priorità didattiche che gli insegnanti si troveranno ad affrontare nei prossimi anni: da una parte l'introduzione delle nuove indicazioni nazionali per il curricolo, che hanno come orizzonte di riferimento verso cui tendere il quadro delle competenze-chiave per l’apprendimento permanente definite dal parlamento dell’unione europea , dall’altra la diffusione delle tecnologie della comunicazione, che, come ricordato nelle indicazioni stesse, è una grande opportunità e rappresenta la frontiera decisiva della scuola la modalità per costruire il circolo virtuoso fra questi due aspetti può realizzarsi attraverso la progettazione di un curricolo verticale di istituto finalizzato allo sviluppo delle competenze e perciò attento a quei metodi di insegnamento e a quegli strumenti didattici che favoriscono la metacognizione, mettono in moto le diverse forme di intelligenza degli allievi, lavorano sulla motivazione profonda, fanno uso di compiti autentic
Risultati attesi: 
Risultati e obiettivi: • costruire ed elaborare un linguaggio comune sul testo delle nuove indicazioni. • acquisire metodologie attente mirate all’apprendimento da parte degli allievi di conoscenze e abilità, e allo sviluppo di competenze di base- • progettare, mediante un processo di ricerca-azione, il curricolo di istituto- • realizzare esperienze didattiche innovative, condotte anche con l’uso delle nuove tecnologie, che traducano il curricolo in azione didattica- • adottare un sistema di accertamento, misurazione e valutazione delle competenze stesse, rimandando a significativi cambiamenti rispetto al modo tradizionale di valutare. • rimodellare il curricolo in funzione degli elementi di criticità verificati. all’aspetto dell’innovazione legata allo sviluppo di una professionalità capace di attuare una didattica per competenze, si affiancherà una sperimentazione di unità d'apprendimento, realizzate anche mediante le tic, che costituiranno dei modelli di buone pratiche. elementi di innovazione - il piano su cui si muove il progetto è quello della formazione diffusa di tutti gli insegnanti degli istituti coinvolti che, a partire da una strutturazione dei collegi docenti per dipartimenti disciplinari verticali, elaborino poi un curricolo di istituto, da sperimentare nelle classi secondo il modello della ricerca-azione. All’interno di questo gruppo più ampio si progetteranno e realizzeranno, in alcune classi di ogni istituto, dei percorsi sperimentali legati al curricolo elaborato. Tali percorsi, avendo come scopo il raggiungimento dell’obiettivo imparare ad imparare , terranno conto di fondamentali metodologie didattiche: - cooperative learning per un apprendimento significativo - problem solving - metacognizione per rendere via via cosciente l’alunno sul suo processo di apprendimento - uso delle tic per una didattica in grado di integrare nuovi modelli di conoscenza che sostituiscano la trasmissività della lezione frontale.
Numero pratica: 
2013-1270
Denominazione Sociale: 
ISTITUTO COMPRENSIVO SANTORRE DI SANTAROSA
Anno del bando: 
2013
Località: 
Savigliano
Importo totale: 
€ 55.000,00
Importo deliberato: 
€ 88.000,00
Tipologia: 
Progetti Formativi
Ambito discilplinare: 
COMPETENZE
IMPARARE A IMPARARE
NUOVE TECNOLOGIE
Data inizio: 
Domenica, 1 Settembre, 2013
Data Fine: 
Martedì, 30 Giugno, 2015
Stato: 
In Corso
Scuole nella rete: 
ISTITUTO COMPRENSIVO A. SOBRERO
ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORETTA
ISTITUTO COMPRENSIVO B. MUZZONE
ISTITUTO COMPRENSIVO PAPA GIOVANNI XXIII