Parole e civilta' RIDOTTO

Descrizione: 
Didattica dell'italiano: nell'ambito della produzione scritta, si prevede di effettuare una valutazione iniziale delle difficoltà espressive ed ortografico-sintattiche degli alunni, un percorso formativo per i docenti sulla didattica per concetti e la psicologia dell'apprendimento, percorsi di recupero con l'ausilio delle tic. italiano per stranieri: si prevede un corso di formazione per i docenti su didattica dell'italiano l2 e sull'educazione interculturale, un test iniziale per collocare gli alunni stranieri rispetto al quadro comune europeo delle lingue(framework europeo), percorsi di insegnamento dell'italiano l2 per alunni e genitori stranieri, sviluppo di spazi di socializzazione nel territorio in collaborazione con gli enti locali (comuni e comunità montana) e associazioni culturali del territorio con cui la scuola già collabora (biblioteche, associazione luna lucebat, associazione vesulus, università di valle). --- scuole dell'istituto comprensivo b.boero di sanfront, comune di sanfront, rifreddo, gambasca, martiniana po, biblioteche comunali ed attività nel territorio in collaborazione con associazioni.
Motivazione: 
Insegnanti: a seguito dei cambiamenti della società, si intende acquisire conoscenze aggiornate sui modi di apprendimento degli alunni, in modo sistematico. I docenti dell’istituto, intendono riproporre spazi di riflessione comune sulle metodologie e sulle strategie per l’insegnamento dell’italiano l2. Alunni: l’obbligo di conoscere ed applicare consapevolmente la morfo-sintassi e l’ortografia, anche mediante l’informatica-la capacità di esprimersi si scontra con la difficoltà degli alunni a produrre testi, argomentati e corretti, anche per le modalità di comunicazione nella società, sempre più legate a messaggi brevi ed incisivi. Alunni stranieri:l’acquisizione della lingua italiana è imprescindibile punto di partenza per lintegrazione. La scuola necessita di risorse aggiuntive rispetto a quelle oggi disponibili.genitori stranieri: spesso non riescono a partecipare attivamente per la non completa padronanza della lingua italiana.
Risultati attesi: 
Insegnanti: acquisire nozioni su sviluppo psicologico, modalità di apprendimento e innovazioni didattiche e metodologiche che utilizzano le tic.alunni: utilizzare nuove tecniche per migliorare l’italiano scritto e le altre discipline.contesto: innalzamento delle aspettative di successo per alunni e famiglie. Innalzamento del livello socioculturale delle proposte nel territorio.insegnanti: graduare e migliorare l’insegnamento dell’italiano l2 rispetto al framework europeo- consapevolezza del contesto culturale- progettare una strategia locale per valorizzare la dimensione interculturale. Alunni stranieri: fruire di un insegnamento dell’italiano l2 più mirato, adeguato alla dimensione affettivo-emotiva- miglior inserimento sociale.genitori stranieri: apprendere l’italiano l2, stabilire contatti con i docenti, inserirsi meglio nel contesto sociale, partecipare più attivamente al percorso scolastico dei figli.contesto: miglioramento dei rapporti fra famiglie locali e famiglie immigrate. elementi di innovazione - si ritiene imprescindibile rivedere l’insegnamento della lingua italiana, in modo da tener conto delle modalità di apprendimento di oggi, e un più puntuale e sistematico uso delle tic nelle attività didattiche, nonché l’utilizzo di strumenti e buone pratiche già sperimentate in altre regioni ed altri contesti scolastici, dove la presenza massiccia di alunni stranieri ha da tempo avviato percorsi di miglioramento. La formalizzazione dei percorsi di italiano l2 secondo il framework europeo permette una migliore definizione dell’offerta formativa in tale insegnamento. Tuttavia è indispensabile avviare contestualmente percorsi di socializzazione mirati all’integrazione nel territorio, in special modo degli alunni in età adolescenziale. Si intende prevenire situazioni di disagio e disadattamento anche con iniziative che sensibilizzino i cittadini alla presenza delle famiglie immigrate e in modo che si creino occasioni di integrazione ed una maggior vivacità culturale del territorio.
Numero pratica: 
2009-1085
Denominazione Sociale: 
ISTITUTO COMPRENSIVO B. BOERO
Anno del bando: 
2009
Località: 
Sanfront
Importo totale: 
€ 15.700,00
Importo deliberato: 
€ 9.500,00
Tipologia: 
Progetti Formativi
Ambito discilplinare: 
LINGUA ITALIANA
LINGUA ITALIANA
INTERCULTURA
Data inizio: 
Martedì, 1 Settembre, 2009
Data Fine: 
Martedì, 31 Agosto, 2010
Stato: 
In Corso