'Parole per imparare'

Descrizione: 
Il progetto biennale di approccio al metodo clil, si articola sulla formazione per i docenti e sull' applicazione diretta su classi pilota per poi essere esteso a tutte le classi nella 2°annualità. si prevede: 1° anno: - incontri di sensibilizzazione rivolti a tutti i docenti - un corso di formazione per i docenti coinvolti nel progetto - attivazione di unità didattiche dell’area scient./ antrop.in lingua inglese con il supporto di un’insegnante madrelingua nelle classi pilota 2° anno: - corso di formazione, a cura del gruppo pilota, per i nuovi docenti coinvolti - estensione del progetto a nuove classi metodologie metodo clil cooperative learning ricerca - azione utilizzo di materiali multimediali ampia e costante azione di monitoraggio produzione di materiale didattico trasferibile --- plessi scolastici della direzione didattica di dronero: scuole primarie di dronero cap. - oltre maira e pratavecchia, villar san costanzo, san damiano macra scuola dell'infanzia di dronero cap
Motivazione: 
Diverse sono le motivazioni e le esigenze che hanno condotto all’ideazione e alla stesura di questo progetto: • un largo multilinguismo dovuto a una forte immigrazione sul territorio (116 alunni su 610 provenienti da ben 15 nazionalità differenti) • il desiderio, nato anche dalla sollecitazione delle famiglie, di potenziare l’uso dell’inglese come lingua veicolare di informazione e comunicazione • un’esigenza diffusa del collegio dei docenti di formazione in nuove metodologie per l’insegnamento della lingua 2 (inglese per tutti, italiano per gli stranieri)
Risultati attesi: 
Gli obiettivi che si intendono raggiungere sono molteplici. per la scuola e i docenti: - potenziare l’offerta formativa della scuola pubblica con proposte didattiche innovative - essere in sintonia con gli orientamenti del cef (common european framework) che descrive i livelli in l2 per gli alunni: - valorizzare la molteplicità delle intelligenze e delle diverse esperienze culturali - motivare e rendere efficace l’apprendimento in l2 offrendo occasioni di utilizzo della lingua in contesti concreti e comunicativi risultati attesi - applicazione delle metodologie apprese in nuovi contesti - analisi critica, con un supervisore, delle attività, dei prodotti e dei risultati raggiunti per gli alunni: - partecipazione interattiva e capacità di iniziativa - utilizzo dell’inglese per veicolare contenuti disciplinari - costruzione di materiali autentici e uso della l2 in situazione elementi di innovazione - il progetto è innovativo innanzitutto perché prevede l’applicazione del metodo clil sia alla lingua inglese, sia alla lingua italiana come l2, favorendo la programmazione trasversale e un utilizzo veicolare delle lingue. si effettuerà inoltre la sperimentazione anche nella scuola dell’infanzia secondo i principi che spiegano l’efficacia dell’apprendimento delle lingue iniziando in età prescolare. molti e diversi sono gli elementi di innovazione e di eccellenza che si possono evidenziare: -una formazione specifica e sperimentale per i docenti -la trasposizione della formazione ricevuta dal gruppo pilota agli altri docenti -l’utilizzo del metodo clil anche per l’italiano come l2 -l’affiancamento di personale madrelingua (inglese)
Numero pratica: 
2010-1277
Denominazione Sociale: 
DIREZIONE DIDATTICA DI DRONERO
Anno del bando: 
2010
Località: 
Dronero
Importo totale: 
€ 28.009,20
Importo deliberato: 
€ 20.000,00
Tipologia: 
Progetti Formativi
Ambito discilplinare: 
LINGUE STRANIERE
LINGUA INGLESE
Data inizio: 
Mercoledì, 1 Settembre, 2010
Data Fine: 
Sabato, 30 Giugno, 2012
Stato: 
In Corso