PER NON PERDERE IL FILO: COMUNICAZIONE E RELAZIONE

Descrizione: 
Il progetto si articola su 3 tematiche (didattica inclusiva- philosophy for children- gestione della comunicazione e delle dinamiche relazionali in classe)ed è caratterizzato dal lavoro in rete, dall’obiettivo di coinvolgere molti docenti ed intervenire non solo sulla formazione individuale dei docenti, ma anche sulla crescita di ciascun istituto come organizzazione che apprende , dalla necessità di assicurare ricaduta reale e sviluppo dopo il biennio sperimentale. strumenti per gestire questa complessità sono costituti da: - costituzione e formazione specifica di un nucleo di docenti coordinatori, (a loro volta costituenti un gruppo inter-istituto di coordinamento) - utilizzo della metodologia della ricerca-azione, della partecipazione attiva dei docenti e di un contesto relazionale (già a livello adulto) di tipo cooperativo e di mutuo aiuto - uso delle tic e di un apposito sito web come strumento, linguaggio e spazio di condivisione, integrando la relazione diretta con quella vi --- sede centrale e plessi delle scuole della rete. Spazi pubblici messi a disposizione delle amministrazioni per gli eventi
Motivazione: 
Il progetto nasce per sviluppare motivazione, interesse al cambiamento e crescita professionale negli insegnanti che devono a loro volta arricchire le competenze comunicative nella classe, in particolare negli alunni con esigenze educative speciali e negli alunni stranieri- per non perdere il filo dell’apprendimento e della comprensione e costruire un pensiero critico- per non perdere il filo della relazione- per non perdere il filo della continuità dell’apprendimento e dell’educazione- per passare dalla fase trasmissiva a quella cooperativa utilizzando le tic in impostazioni didattiche di tipo collaborativo. L’uso di tali strumenti concorre all’ irrinunciabile obiettivo di apprendere ad imparare per tutta la vita: vedi raccomandazioni del parlamento europeo -competenze chiave per l’apprendimento permanente . Il progetto prevede percorsi di formazione per avvicinare gli insegnanti a queste sfide e per utilizzare da subito nelle varie classi questo nuovo approccio.
Risultati attesi: 
La fase 1 permette ai quattro istituti di avere al proprio interno un gruppo di quattro docenti formati e in grado di svolgere attività di counsueling con i colleghi anche al termine del progetto. Inoltre permette una formazione mirata ad un alto numero di docenti che possono trarre vantaggio dal lavorare insieme e dallo scambio. Altro elemento importante è costruire un bagaglio comune di esperienze formative per progettare in modo condiviso i percorsi formativi per gli allievi e confrontarsi poi sui risultati. la fase 2 permette di sperimentare con gli allievi modalità innovative di relazioni, di tecniche e metodi di apprendimento con il costante confronto con docenti appositamente formati (docenti coordinatori) con il compito di costruire appositi strumenti di valutazione delle attività con gli allievi e di progetto. il risultato atteso è dunque un cambiamento positivo nell’approccio didattico dei docenti e una maggiore motivazione e maggior entusiasmo da parte degli alunni elementi di innovazione - ciascuno dei tre ambiti in cui si articola il progetto contiene elementi innovativi. Didattica inclusiva: strumenti e tecniche per il superamento di una didattica trasmissiva per un approccio che coinvolga i ragazzi, tenga conto dell'eterogeneità di ciascuna classe e miri all'apprendimento reale e significativo- philosophy for children: fin dalle prime classi (e dalla scuola dell'infanzia) strategie e metodi per lo sviluppo del pensiero critico, della capacità di confronto positivo e della negoziazione- gestione della comunicazione e delle dinamiche relazionali: affrontare, con modalità che mettono in gioco e valorizzano l'auto-mutuo aiuto, le variabili che condizionano l'apprendimento perchè influiscono sulla disponibilità ad apprendere . anche la struttura organizzativa prevista dal progetto, in particolare il doppio livello (gruppo di facilitatori/totalità dei docenti), il lavoro in rete, il sito web costituiscono elementi innovativi e garanzia di continuità oltre il biennio.
Numero pratica: 
2012-1174
Denominazione Sociale: 
ISTITUTO COMPRENSIVO S.TARICCO
Anno del bando: 
2012
Località: 
Cherasco
Importo totale: 
€ 46.900,00
Importo deliberato: 
€ 82.000,00
Tipologia: 
Progetti Formativi
Ambito discilplinare: 
LINGUA ITALIANA
NUOVE TECNOLOGIE
Data inizio: 
Lunedì, 3 Settembre, 2012
Data Fine: 
Lunedì, 30 Giugno, 2014
Stato: 
In Corso
Scuole nella rete: 
ISTITUTO COMPRENSIVO L. EINAUDI
ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOMMARIVA DEL BOSCO
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PIUMATI - CRAVERI - DALLA CHIESA